• Via Aurelia Nord, 100 – 58100 Grosseto - Italia
  • Email: info@proatec.com
  • Inglese
  • Italiano
  • Spagnolo

103. Assistenza Tecnica alle Politiche di Protezione Sociale e Occupazione nell’ambito delle attivitá dell’area di politiche sociali del Programma EUROsociAL+

Referenze

  • Nome Progetto: Assistenza Tecnica alle Politiche di Protezione Sociale e Occupazione nell’ambito delle attivitá dell’area di politiche sociali del Programma EUROsociAL+
  • Committente : Unione Europea
  • Luogo : 18 paesi dell'America Latina e Repubblica Domenicana
  • Periodo : 2020-2022

Descrizione

Il contratto fornisce servizi ad alta consulenza a supporto delle azioni individuate e pianificate che rispondono alle esigenze dei Paesi partner, sia a livello nazionale che regionale e che si articolano attorno a quattro assi di lavoro principali, volti a rafforzare e innovare sistemi di protezione sociale sia a livello di architettura istituzionale e di governance sia attraverso il rafforzamento dei programmi.

i) Politiche attive del lavoro. Questa linea di azione è focalizzata principalmente sul rafforzamento delle politiche del mercato del lavoro, indirizzando le sue azioni verso i servizi per l’impiego e la politica che unisce e integra formazione e lavoro. Questa linea comprende anche politiche per l’inclusione lavorativa di donne, giovani, persone con disabilità e migranti.

ii) Politiche per l’inclusione sociale e lotta alla povertà. Questa linea comprende azioni volte a rafforzare i programmi di assistenza sociale (soprattutto nella lotta alla povertà) e per i gruppi svantaggiati.

iii) Politiche per la gioventù, l’adolescenza e l’infanzia. In quest’area, le politiche volte allo sviluppo di bambini e adolescenti (NNA) e giovani sono supportate nella consapevolezza che l’investimento in questo gruppo di popolazione genera impatti positivi che durano nell’età adulta delle persone, con conseguente aumento della produttività, riducendo le perdite nello sviluppo umano e contribuendo a spezzare il ciclo intergenerazionale della povertà e della discriminazione di genere. Un’attenzione particolare è riservata a bambini e adolescenti in qualsiasi condizione di vulnerabilità, a rischio di abbandono scolastico e in condizione migratoria.

iv) Politiche di assistenza. Questa linea comprende azioni che esprimono la tendenza più recente nella regione a sviluppare politiche pubbliche per aumentare (o creare, in alcuni casi) servizi di assistenza. Sebbene le differenze tra i paesi siano piuttosto marcate, la configurazione di un pilastro di “assistenza” all’interno dei sistemi di protezione sociale è generalmente imposta come linea guida maggioritaria, rivolgendosi a 4 gruppi storicamente esclusi da essi: prima infanzia, anziani, persone con disabilità e assistenti (che sono quasi esclusivamente donne, come continuazione dell’assistenza tradizionalmente fornite gratuitamente da loro). In questo senso, la prospettiva di genere è presente a tutti i livelli, poiché alleviando i compiti di assistenza non retribuiti all’interno delle famiglie, si cerca un aumento delle opportunità di lavoro retribuito per le donne e anche il miglioramento delle condizioni di lavoro e il mix di attività legate all’assistenza.