• Via Aurelia Nord, 100 – 58100 Grosseto - Italia
  • Email: info@proatec.com
  • Inglese
  • Francese
  • Italiano
  • Spagnolo

48. Programma di Sviluppo Rurale Integrato della regione Sud-Ovest

Referenze

  • Nome Progetto: Programma di Sviluppo Rurale Integrato della regione Sud-Ovest
  • Committente : Commissione Europea
  • Luogo : Guatemala
  • Periodo : 1993-2001

Progetto

Il Programma ha favorito lo sviluppo locale in quattro Dipartimenti della Regione Sud-Ovest del Guatemala, rafforzando le organizzazioni dei produttori nel quadro di uno sviluppo sostenibile da un punto di vista ambientale ed economico. Inoltre il Programma ha rafforzato le capacità di amministrazione dei Comuni di Ocos, San Carlos, El Tumbador, Genova Costa Cuca, El Rodeo y Santo Domingo. Le principali attività hanno interessato il miglioramento e diversificazione della produzione agrícola, lo sviluppo dell’agroindustria, la logística e l’organizzazione delle fasi di post raccolta, la organizzazione dei mercati, la introduzione di sistema e pratiche agricole sostenibili dal punto di vista dell’ambiente, la agro-silvicoltura, la formazione dei promotori rurali, tecnici e beneficiari.

Risultati

• Promozione e creazione dell’Associazione Nazionale delle Imprese Contadine Associative (ANAECAS);
• Costituzione di cinque Federazioni di Imprese Contadine per i seguenti prodotti di filiera: platano-banano, caffè, riso e cereali, allevamento e frutta e verdura (FECOSUR, FEDECAFE, FEDECAG, FEDEP y FEDEC);
• 18 Organizzazioni di base rafforzate e sostenibili dal punto di vista economico e sociale;
• Aumento delle rese delle produzioni di autosostentamento e di mercato;
• Esportazione verso i mercati degli Stati Uniti;
• Esportazione verso El Salvador e Honduras (papaia, platano, anguria, pomodoro, peperone, etc.; Introduzione di tecniche di protezione e conservazione ambientale;
• Partecipazione della donna alle attività di presa delle decisioni;
• Appoggio alle Istituzioni nazionali e al rafforzamento dei settori educazione e salute a livelli dipartimentale;
• Formazione dei promotori rurali, formazione professionale e per l’avviamento al lavoro a livello di formatori e a livello di piani pilota;
• Autogestione nel settore della educazione tramite Comitati di gestione dei progetti: costruzione di scuole, acquisto delle attrezzature, selezione e monitoraggio dei maestri, gestione degli aspetti logistici, etc.